Giuseppe Re Nasce a Cassino (FR) nel 1959 e vi trascorre l’infanzia e l’adolescenza crescendo in campagna con i nonni materni , i quali gli trasmettono l’amore ed il rispetto per la natura , caratteristica che segnerà’ profondamente il suo carattere. La passione per la pesca scoppia prestissimo , all’età di otto anni.
In quel periodo inizia a frequentare un bambino di poco piu’ grande che in fosso vicino casa , con una cannetta di fortuna , un filo , un amo e un gallegiante catturava dei bellissimi pescetti. In breve tempo , dopo aver osservato per ore quel bambino cosi bravo , la voglia di provare divenne quasi un’ossessione . La prima cattura fu un’emozione fortissima , e segno’ per sempre il suo animo.
. Non lontano dalla sua casa scorreva il fiume Rapido , ricco di trote , che naturalmente era off limit ,,data l’età e dovettero passare alcuni anni prima di poterlo avvicinare e provare a pescarci. Finalmente arrivò il momento della prima trota , cattura sognata per anni, che cadde vittima di un cucchiaino artificiale. Questa cattura segna l’inizio della passione vera e propria per la pesca a 360 gradi , con la sete di conoscenza e la voglia di sperimentare tutte le tecniche .
A 14 anni fa un viaggio in Scozia e vede per la prima volta pescare con la Mosca . E’ un amore a prima vista , acquista la sua prima attrezzatura da fly Fishing e prova anche a pescare svariate volte durante quella vacanza , ma senza risultati. In compenso vede le catture effettuate da altri pescatori , e nonostante la frustrazione iniziale decide di persistere in quella strana ed affascinate tecnica. Da quel momento in poi la pesca con la Mosca artificiale diventa la tecnica preferita , pur praticando tante altre tecniche , dallo spinning alla pesca al colpo.
La difficoltà della disciplina , i suoi mille segreti sono pero’ l’ossessione principale , e negli anni si trasformerà anche in attività lavorativa.
Nei primi anni 90 apre una piccola ditta di produzione artificiali , che si evolverà nel tempo con l’import dagli usa , Canada e regno unito di materiali da costruzione delle principali aziende del settore . Negli stessi anni inizia un’attività di consulenza rivolta agli operatori italiani che si affacciavano sul mercato Usa , partecipando per diversi anni alle principale fiere americane del settore e pescando sui fiumi più belli dell’ovest americano
Scrive il suo primo libro nel 1998 , , “Pescare a ninfa ” che ottiene un grande successo sul mercato nazionale e lo fa conoscere al grande pubblico della pam
Segue a distanza di pochi anni “Ninfe , tecniche di costruzione” , testo dedicato agli appassionati del flytying e poi nel 2010 pubblica una edizione ampliata e rivista del suo primo libro, dal titolo “l’evoluzione della pesca a ninfa” , arricchita di nuovi capitoli e nuovi artificiali.
Negli ultimi anni si dedica principalmente all’attività di guida di pesca, corsi di pesca e costruzione .
Negli anni ha scritto su tutte le principali riviste del settore , ha partecipato a diverse trasmissioni televisive sui canali dedicati alla pesca ed e’ stato chiamato spesso a fare da giudice nelle piu importanti manifestazioni di costruzione mosche.
Specializzato nella tecnica della ninfa , pratica in egual misura la secca , la sommersa e lo steamer.
Appassionato di entomologia ,,possiede una vasta collezione di libri stranieri sulla pesca a Mosca
Attualmente in pensione per motivi di salute effettua ancora corsi di pesca e di costruzione mentre il flytying è’ ristretto alle mosche da mare.

Se cerchi i suoi libri cerca Giuseppe Re su Facebook

E ricordati di aiutarci a far conoscere queste interviste e a divulgare la passione per la pesca a mosca condividendo questa pagina!